RAPPORTO SCUOLA FAMIGLIA

Affinché i ragazzi abbiano la più alta opportunità di sviluppo personale e culturale, è necessario che i genitori siano in continuo contatto con la scuola. Da sempre educazione e istruzione collaborano sinergicamente per fornire agli studenti la giusta impostazione per poter cogliere dall’attività formativa il maggior numero di informazioni utili per il superamento delle proprie difficoltà.

Il rapporto scuola-famiglia si instaura sin da primo colloquio con i genitori per gettare le basi per la relazione dando spazio e ascolto alla narrazione della realtà dell’alunno. I genitori devono essere informati su tutta l’attività scolastica svolta: orari, contenuti didattici, devono avere l’opportunità di conoscere dettagliatamente e seguire il percorso formativo dei propri figli.

Ascoltare la narrazione del genitore, riconoscendone la specifica competenza genitoriale è d’aiuto ai docenti per capire il vissuto scolastico degli alunni, pertanto i genitori sono i primi da cui apprendere il profilo dello studente.

Riferire punti di forza specifici dell’alunno e non solo punti di debolezza, consente agli insegnanti di avere un quadro completo dell’allievo, in modo tale che l’insegnante in classe sia in grado di documentare attraverso modalità specifiche le criticità dell’alunno e rendere partecipe il genitore di ciò che si è osservato:

"L’insegnante non parla ai genitori, ma con i genitori."

IN EVIDENZA

Le promozioni di Studi Learning
26 Agosto 2019 10:00

GARANZIA GIOVANI

GARANZIA GIOVANI

Garanzia Giovani ed è il programma messo in atto dallo Stato per combattere la disoccupazione giovanile per chi ha un’età

Read More

HAI BISOGNO DI MAGGIORI INFORMAZIONI?

Contattaci senza impegno e saremo lieti di ricontattarti nel più breve tempo possibile.