Pasqua: A Napoli le uova emotive ispirate agli emoji

 

Un fotografo collaboratore dell’Agenzia Ansa, Cesare Abbate, documenta ancora una volta la quotidianità di Napoli attraverso i suoi scatti. Nonostante i divieti imposti dalla zona rossa, nelle vecchie botteghe del centro di Napoli il lavoro è andato avanti. Ed è proprio qui che Cesare Abbate incontra i maestri della scultura napoletana, i Fratelli Scuotto, con la loro grande idea per la Pasqua 2021 le ‘Uova emotive’ che, ispirate alle Emoji, riproducono la figura di Pulcinella in varie espressioni. Gli Scuotto hanno sempre dimostrato di essere all’avanguardia e pronti alle nuove sfide.

La loro bottega d’arte “La Scarabattola”, nata nella seconda metà degli anni Novanta dal lavoro e dalle idee dei fratelli Salvatore, Emanuele e Raffaele Scuotto e dei loro collaboratori. Artigiani, artisti, promotori culturali, il gruppo dei fratelli Scuotto si muove tra gli aspetti folcloristici della cultura partenopea e l’esigenza di scardinarne i luoghi comuni, aggiornando, per esempio, l’arte presepiale, trovando ispirazione tra le piazze e i vicoli dove si trova la loro bottega; oppure riflettendo sulla natura delle cose, sul valore emotivo e la funzione narrativa degli oggetti; guardando ancora, all’arte come possibilità di comunicazione e resistenza a certe forme di conformismo culturale.

L’augurio di una buona Pasqua arriva proprio da un loro post di Facebook:

La Buona Pasqua, quest’ anno, noi de La Scarabattola, l’auguriamo con gli ovetti emotivi: “furbetto” , “tristino” e “confuso” ma soprattutto “felice”. Una parodia in terracotta delle famose emoji digitali che adoperiamo per esprimere sentimenti. L’ovetto più richiesto è quello “felice”, un buon augurio, in tutti i sensi.

FONTE: ANSA