Nuovo Concorso docenti secondaria, prova scritta: unica per classi concorso e sostegno

Concorsi

Il MIM ha già illustrato ai sindacati i bandi di concorso, previsti dal PNRR, relativi alla scuola secondaria di primo e secondo grado nonché dell’infanzia e primaria e la cui pubblicazione è attesa a breve. Intanto è stato reso noto l’allegato A al DM 205/2023, contenente i programmi del concorso per la secondaria (parte generale) e l’allegato A al DM 206/2023, contenente i programmi del concorso per la scuola dell’infanzia e primaria (parte generale).

Ricordiamo che il concorso in esame (sia quello per la secondaria sia quello per infanzia/primaria) rientra nella fase transitoria, prevista sino al 31/12/2024 e che traghetterà dal vecchio al nuovo sistema di reclutamento, delineato nel D.lgs. 59/2017, come modificato dal DL 36/2022 (convertito in legge n. 79/2022) e dal DL 75/2023 (convertito in legge n. 112/2023).

Classi di concorso partecipazione

I docenti in possesso dei previsti requisiti possono partecipare al massimo a quattro procedure, se in possesso dei relativi titoli di accesso, ossia

  1. una classe di concorso della secondaria di I grado
  2. una classe di concorso della secondaria di II grado
  3. posto di sostegno scuola secondaria di I grado
  4. posto di sostegno scuola secondaria di II grado

Prove

Il concorso si articola in:

  • prova scritta
  • prova orale
  • valutazione dei titoli

 

Prova scritta

Sono ammessi alla prova scritta i candidati che presentano domanda di partecipazione al concorso nel rispetto di modalità, termini e requisiti previsti .

La prova:

  • è computer-based;
  • è valida per tutte le classi di concorso e le tipologie di posto  di partecipazione (così ad esempio, il candidato che partecipa per due classi di concorso e sostegno sostiene una sola prova scritta); conseguentemente, il risultato ottenuto nell’unica prova svolta è riportato nelle diverse procedure di partecipazione (se conseguo 80/100 e partecipo per la A-12 e la A-22, avrò come punteggio della prova scritta, ai fini della compilazione della GM, 80/100 nella A-12 e 80/100 nella A-22 , fermo restando il superamento delle prove e l’ingresso in GM);
  • si svolge nella regione di partecipazione al concorso;
  • ha una durata pari a 100 minuti, fermi restando i tempi aggiuntivi previsti per i candidati con disabilità, di cui all’art. 20 della L. 104/92, nonché quelli con DSA, di cui all’art. 5 del decreto del Ministro per la PA del 9 novembre 2021 (i predetti candidati, ricordiamolo, possono chiedere anche i necessari ausili per svolgere la prova e, nel caso di DSA, è altresì possibile la sostituzione della prova scritta con quella orale);
  • verte sui programmi indicati nell’articolo 10 del succitato DM 205/2023 (che rinvia all’Allegato A al medesimo DM);
  • è costituita da 50 quesiti a risposta multipla, ognuno dei quali presenta 4 opzioni di risposta, di cui  una sola è corretta. I 50 quesiti sono somministrati a ciascun partecipante i modo casuale;
  • non prevede la previa pubblicazione dei quesiti;
  • a seconda del numero dei partecipanti, laddove necessario, per ciascuna classe di concorso e tipologia di posto potrebbe svolgersi anche non contestualmente, ferme restando trasparenza ed omogeneità.

I 50 quesiti costituenti la prova, tutti a risposta multipla, sono ripartiti nella maniera di seguito indicata:

  1. 40 quesiti volti all’accertamento delle conoscenze e competenze del candidato in ambito pedagogico, psicopedagogico e didattico- metodologico;
  2. 5 quesiti sulla conoscenza della lingua inglese al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue;
  3. 5 quesiti sulle competenze digitali relative all’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell’apprendimento.

40 quesiti di cui al punto 1, sono così ripartiti:

  • 10 quesiti di ambito pedagogico;
  • 15 quesiti di ambito psicopedagogico, ivi compresi gli aspetti relativi all’inclusione;
  • 15 quesiti di ambito metodologico didattico, ivi compresi gli aspetti relativi alla valutazione.

Valutazione e superamento prova

La valutazione della prova è effettuata sulla base dei quadri di riferimento per la valutazione della prova scritta, predisposti dalla prevista Commissione nazionale e che saranno pubblicati prima dello svolgimento della prova stessa.

La prova:

  • è valutata al massimo 100 punti
  • si supera con il punteggio minimo di 70/100.

Calendario

Il calendario delle prove scritte è pubblicato sul Portale Unico del reclutamento e sul sito istituzionale del Ministero.

Quanto all’elenco delle sedi d’esame, con la loro ubicazione e l’indicazione della destinazione dei candidati è comunicato dagli USR presso cui si svolgono le prove, almeno quindici giorni prima dello svolgimento delle stesse, tramite avviso pubblicato sul Portale Unico del reclutamento e nei rispettivi albi e siti internet.

La suddetta pubblicazione ha valore di notifica a tutti gli effetti e i candidati possono visualizzare e salvare il documento relativo alla propria convocazione dal succitato Portale Unico del reclutamento, accedendo all’area “Graduatorie” della Piattaforma “Concorsi e Procedure selettive”.  L’Amministrazione si riserva di disporre il rinvio delle date di svolgimento della procedura per motivi organizzativi, mediante apposito avviso sul Portale Unico del reclutamento e sul sito istituzionale del Ministero.

Cosa fare e cosa no il giorno della prova

Cosa fare il giorno della prova

I candidati devono presentarsi nelle rispettive sedi di esame muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità e del codice fiscale, devono presentarsi nelle rispettive sedi di esame, secondo le date e l’orario indicati nel calendario di cui al paragrafo precedente.

La mancata presentazione nel giorno, ora e sede stabiliti, anche se dovuta a caso fortuito o a causa di forza maggiore, comporta l’esclusione dalla procedura concorsuale, eccetto per una particolare categoria di candidate.

Cosa non fare durante la prova

Durante lo svolgimento della prova, i candidati non possono:

  • portare nella sede di esame carta da scrivere, appunti, libri, dizionari, testi di legge, pubblicazioni, strumenti di calcolo, telefoni portatili e strumenti idonei alla memorizzazione o alla trasmissione di dati;
  • comunicare tra loro verbalmente o per iscritto;
  • mettersi in relazione con altri, eccetto che con gli incaricati della vigilanza e i componenti la commissione giudicatrice.

Il candidato, che infrange i suddetti divieti, è immediatamente escluso dalla procedura concorsuale, così come il candidato che copi in parte o in tutto.

Comunicazione superamento prova

I candidati ammessi alla prova orale (ossia coloro i quali superano la prova scritta conseguendo un punteggio pari almeno a 70/100) ricevono dall’USR di riferimento, attraverso apposita pubblicazione sul Portale Unico del Reclutamento e tramite posta elettronica (all’indirizzo indicato nella domanda di partecipazione al concorso), comunicazione del voto conseguito nella prova scritta, della sede, della data e dell’ora di svolgimento della loro prova orale almeno quindici giorni prima dello svolgimento della stessa.

FONTE: ORIZZONTE SCUOLA