L’iter per l’attribuzione delle supplenze al 31 agosto o 30 giugno

Gli aspiranti che hanno richiesto l’inserimento nelle GPS 2024/26 e non abbiano ricevuto decreto di esclusione in conseguenza dei controlli, durante l’estate saranno chiamati a compilare

  • una seconda domanda per richiedere l’attribuzione delle supplenze al 31 agosto o 30 giugno 2025, da attribuire tramite lo scorrimento delle GaE e delle GPS
  • in essa potranno indicare fino a 150 preferenze (scuole, comuni, distretti) della provincia scelta
  • l’Ufficio Scolastico avvierà l’algoritmo, in più turni. Ogni docente partecipa ad un turno: se il sistema trova una preferenza tra quelle indicate nelle preferenze, assegna la supplenza
  • l’assegnazione dovrebbe essere comunicata tramite mail, ma consigliamo di monitorare costantemente il sito dell’Ufficio Scolastico di riferimento
  • se la supplenza verrà assegnata entro il 31 agosto, la presa di servizio sarà fissata al 1° settembre. Se le nomine avverranno in data successiva, l’Ufficio Scolastico indicherà la data per la presa di servizio
  • rinunciare alla nomina comporterà delle sanzioni, che saranno esplicitate nell’Ordinanza sulle GPS che il Ministero pubblicherà nei prossimi giorni.
  • se non viene assegnata nessuna preferenza nel turno, il docente risulterà rinunciatario.

Le supplenze da graduatorie di istituto

Se il docente non ha ricevuto proposta di supplenza da Gae o GPS, potrà essere destinatario di una supplenza da graduatorie di istituto.

In questo caso saranno le singole scuole scelte nella domanda delle GPS (le 20 scuole per ogni classe di concorso/posto di insegnamento) a inviare una mail ad un gruppo di docenti, indicando gli estremi della supplenza.

Le supplenze dalle graduatorie di istituto possono essere temporanee (gravidanze, malattie) ma anche coprire un arco di tempo lungo (es. aspettative) fino al termine delle lezioni o addirittura arrivare al 31 agosto o 30 giugno nel caso di incapienza delle GPS.

FONTE: ORIZZONTE SCUOLA