Concorso ed. motoria scuola primaria: ecco le GRADUATORIE. Devono essere pubblicate entro 30 giugno per sciogliere riserva GPS prima fascia

Sono in pubblicazione le graduatorie di merito regionali del concorso per docenti di educazione motoria alla scuola primaria, di cui al DDG 1330 del 4 agosto 2023 e DM 80 del 30 marzo 2022. L’OM 88/2024, sull’aggiornamento delle GPS, porta una novità importante per i docenti che superano le prove del concorso, trattandosi di un concorso abilitante: l’inserimento in prima fascia delle GPS.

I docenti che hanno superato il concorso devono attendere la pubblicazione della graduatoria per poter vantare l’abilitazione.

Pertanto, se la graduatoria di merito verrà pubblicata entro il 10 giugno, gli aspiranti potranno inserirsi in prima fascia a pieno titolo.

Se la graduatoria non sarà pubblicata entro il 10 giugno, l’aspirante dovrà inserirsi con riserva nelle GPS. Potrà sciogliere positivamente la riserva se la graduatoria verrà poi pubblicata entro il 30 giugno (le date per lo scioglimento della riserva saranno comunicate dal Ministero).

Se la graduatoria non sarà stata pubblicata entro il 30 giugno 2024, l’inserimento in prima fascia GPS sarà nullo e non esiste una seconda fascia GPS per ed. motoria alla primaria.

Ci auguriamo che l’iscrizione in prima fascia GPS sia solo un passaggio formale per tanti docenti, che già dall’anno scolastico 2024/25 potrebbero essere assunti a tempo indeterminato nelle classi quarte e quinte della primaria.

Se si dovesse rendere necessario, dopo lo scorrimento della GPS prima fascia, come negli altri precedenti, si assegnerà la supplenza a docenti della scuola secondaria delle classi di concorso A048 e A049.

 

Graduatorie concorso ed. motoria

La commissione a seguito degli esiti della prova scritta, della prova orale e della valutazione dei titoli, procede alla compilazione della graduatoria di merito regionale. Il punteggio finale è espresso in duecentocinquantesimi.

La graduatoria ha validità annuale e in ogni caso perde efficacia con l’approvazione della graduatoria riferita al successivo concorso, fermo restando il diritto dei vincitori all’immissione in ruolo, ove occorra anche negli anni successivi.

In base all’art. 14, comma 8, del bando “Il superamento di tutte le prove concorsuali, attraverso il conseguimento dei punteggi minimi di cui agli articoli 8, 9 e 10 del presente Decreto, costituisce abilitazione nei casi in cui il candidato ne sia privo”.

FONTE: ORIZZONTE SCUOLA