Diplomati ISEF esclusi da concorso primaria possono partecipare al concorso secondaria, scadenza 9 gennaio

E’ tempo di concorsi: mentre è in svolgimento il concorso per l’insegnamento di ed. motoria alla primaria, per 1.740 posti, il Ministero ha bandito anche i concorsi per posto comune/sostegno sia nella scuola di infanzia primaria che secondaria. La parte che riguarda ed. motoria non presenta novità.

I diplomati ISEF non hanno potuto presentare domanda al concorso ed. motoria scuola primaria

La Legge di Bilancio 2022 (L.234 del 30 dicembre 2021) che ha istituito il concorso per ed. motoria alla primaria, ha posto una limitazione nelle classi di concorso ammesse all’accesso e così il BANDO emanato dal Ministero nel rispetto del dettato di legge non ha incluso il diploma ISEF tra i requisiti.

L’incongruenza nasce dal fatto che il diploma ISEF consente ancora l’accesso alle GPS graduatorie provinciali per le supplenze. E infatti sia nell’anno scolastico 2022/23 che ancora nel 2023/24 i posti di motoria alla primaria sono stati attribuiti scorrendo le GPS di A048 e A049, senza distinzione tra lauree di accesso e diploma ISEF.

Quindi i diplomati ISEF potrebbero aver già svolto supplenza o la svolgeranno nell’anno scolastico 2023/24 ma, di fatto, risultano esclusi dalla partecipazione al concorso.

Allo stesso modo sono tanti i maestri che finora hanno insegnato “educazione fisica” anche in virtù delle competenze specifiche acquisite con il diploma ISEF e che non potranno partecipare al concorso.

Diplomati ISEF ammessi al concorso per la scuola secondaria

I diplomati ISEF possono invece partecipare, come sempre accaduto, al concorso per l’insegnamento nella scuola secondaria. In questo caso l’accesso è infatti ancora regolamentato dal DPR 19/2016 e dm 259/2017.

Naturalmente bisogna essere in possesso del titolo completo di accesso per il posto comune, quindi abilitazione oppure 24 CFU entro il 31 ottobre 2022 oppure i tre anni di servizio nella scuola statale, di cui uno specifico, anche non consecutivi svolti negli ultimi cinque anni.

FONTE: ORIZZONTE SCUOLA