Nel 2024 ci sarà l’aggiornamento delle graduatorie GPS.

Si tratta della procedura per inserirsi e aggiornare il punteggio nelle graduatorie provinciali per le supplenze di I e II fascia per il personale docente ed educativo.

In questa guida utile ti spieghiamo in modo semplice e chiaro come inserirsi in graduatoria, i requisiti richiesti e come funziona il concorso. Mettiamo anche a tua disposizione l’ultimo bando GPS uscito e le relative tabelle dei titoli, utili per farti un’idea più precisa sulla procedura concorsuale.

GRADUATORIE GPS 2024

Le graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) sono le graduatorie utilizzate dalle scuole per l’attribuzione degli incarichi a tempo determinato al personale docente nelle istituzioni scolastiche statali, su posto comune e di sostegno, e al personale educativo. Hanno validità biennale, dunque vengono aggiornate ogni due anni.

L’ultimo aggiornamento c’è stato nel 2022, per formulare gli elenchi validi per il biennio 2022/2024. Pertanto il nuovo aggiornamento delle graduatorie GPS sarà nel 2024.

CONFERMATO L’AGGIORNAMENTO BIENNALE PER GLI ANNI SCOLASTICI 2024/25 E 2025/26

Il nuovo aggiornamento delle graduatorie per le supplenze sarà biennale, dunque servirà a redigere la graduatoria valida per gli anni scolastici 2024/2025 2025/2026.

Il Decreto Milleproroghe 2024 conferma, infatti, la validità biennale delle GPS e proroga l’aggiornamento tramite Ordinanza del Ministero dell’istruzione delle graduatorie per il prossimo biennio scolastico, in attesa della definizione del nuovo regolamento per le supplenze ai docenti e della pubblicazione del relativo Decreto, che regolerà i successivi aggiornamenti.

COME SI AGGIORNANO LE GRADUATORIE

Come si aggiornano le GPS? Tramite l’apposito bando per soli titoli finalizzato all’aggiornamento, trasferimento e nuovo inserimento nelle graduatorie di I e II fascia, che viene emanato con ordinanza ministeriale. Dunque per inserirsi in GPS e aggiornare il punteggio occorre attendere la pubblicazione del bando GPS 2024. Non è possibile inserirsi nelle GPS nel 2023. Le nuove graduatorie (GPS 2024/2026) sostituiranno quelle attualmente in vigore (GPS 2022/2024).

La procedura è informatizzata e l’istanza è telematica. Vediamo nel dettaglio come funziona l’aggiornamento delle graduatorie GPS.

REQUISITI DI ACCESSO

In base alla normativa vigente, possono partecipare alla procedura di aggiornamento delle GPS di prima e seconda fascia 2024/2025 2025/2026 le seguenti categorie di soggetti:

a. per i posti comuni

  • docenti in possesso dello specifico titolo di abilitazione;

  • studenti iscritti al terzo, quarto o quinto anno del corso di laurea in Scienze della Formazione primaria nell’anno accademico 2023/2024, che abbiano assolto, rispettivamente, almeno 150, 200 e 250 CFU entro il termine di presentazione dell’istanza;

  • soggetti in possesso del titolo di studio, comprensivo dei CFU/CFA o esami aggiuntivi ed eventuali titoli aggiuntivi previsti dalla normativa vigente per la specifica classe di concorso, e di uno dei seguenti requisiti:
    – possesso di 24 CFU/CFA, acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra curricolare nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, di cui almeno 6 in ciascuno di almeno 3 dei seguenti ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche;
    – abilitazione specifica su altra classe di concorso o per altro grado;
    – precedente inserimento nella seconda fascia delle GPS per la specifica classe;

b. per il sostegno sostegno

  • soggetti in possesso dello specifico titolo di specializzazione sul sostegno nel relativo grado;

  • aspiranti privi del titolo di specializzazione, che entro l’anno scolastico 2023/2024 abbiano maturato tre annualità di insegnamento su posto di sostegno nel relativo grado e che siano in possesso titolo di abilitazione o del titolo di accesso alle GPS di seconda fascia del relativo grado;

c. personale educativo

  • aspiranti in possesso del titolo di abilitazione ottenuto attraverso il superamento dei concorsi anche ai soli fini abilitativi a posti di personale educativo nelle istituzioni educative;

  • soggetti già inseriti nella medesima fascia per il personale educativo nelle istituzioni educative;
    soggetti in possesso di abilitazione per la scuola primaria;

  • aspiranti in possesso di diploma di laurea in pedagogia, diploma di laurea in scienze dell’educazione, laurea specialistica in scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua LS 65, laurea specialistica in scienze pedagogiche LS 87, laurea magistrale in scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua LM 57, laurea magistrale in scienze pedagogiche LM-85 o scienze dell’educazione L-19, e di uno dei seguenti requisiti:
    – 24 CFU/CFA, acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra curricolare nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, di cui almeno 6 in ciascuno di almeno 3 dei seguenti ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche;
    – abilitazione specifica su altra classe di concorso o per altro grado;
    – precedente inserimento nella seconda fascia delle GPS per il personale educativo nelle istituzioni educative.

COME FUNZIONA L’AGGIORNAMENTO

In base all’ultimo bando per le graduatorie GPS, la procedura per l’aggiornamento delle graduatorie e l’attribuzione delle supplenze è articolata nei seguenti step:

1. PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Gli aspiranti in possesso degli idonei requisiti per le GPS presentano l’istanza telematica attraverso l’apposita funzione presente sulla piattaforma per le Istanze Online del Ministero dell’istruzione e del merito.

Per presentare l’istanza occorre possedere le credenziali SPID o CIE ed essere abilitati al servizio Istanze Online. Per tutti i dettagli su come abilitarsi potete leggere questa guida pratica. E’ possibile fare domanda per una sola provincia.

2. VALUTAZIONE DEI TITOLI

La valutazione dei titoli avviene dopo la chiusura delle domande. Gli Uffici Scolastici Territoriali possono avvalersi dell’aiuto di scuole polo per la valutazione dei titoli. Per garantire uniformità nella valutazione ad ogni scuola polo sono assegnate graduatorie della stessa tipologia. In questo modo, anche dopo la validazione dei titoli da parte della scuola che stipula il primo contratto, sarà creata una banca dati dei titoli dei docenti che andrà a costituire il loro portfolio professionale.

3. ATTRIBUZIONE DELLE SUPPLENZE

Le supplenze annuali e le supplenze temporanee fino al termine delle attività didattiche sono attribuite tramite le Graduatorie ad esaurimento (GAE) e, in caso di esaurimento o incapienza di quest’ultime, in subordine, si procede allo scorrimento delle GPS. Le operazioni di conferimento delle supplenze sono effettuate con modalità informatizzata.

Terminate le operazioni di attribuzione delle supplenze annuali e temporanee si procede allo scorrimento delle graduatorie di istituto, per assegnare le supplenze brevi o che non è stato possibile conferire a seguito di esaurimento o incapienza delle GPS.

4. VERIFICA E CONVALIDA DEI TITOLI

Alla stipula del primo contratto, la scuola che ha assunto il supplente effettua la verifica dei titoli. La stessa può confermare o rettificare il punteggio. L’Ufficio provinciale provvede, quindi, a convalidare la domanda in base alla proposta di conferma/modifica avanzata dalla scuola che ha in carico il supplente.

FONTE: ORIZZONTE SCUOLA