PERCORSI ABILITANTI 30, 36 E 60 CFU: L’ABILITAZIONE È ESTESA ALLE CLASSI DI CONCORSO CONFLUITE? ECCO COSA STABILISCE IL DECRETO

La pubblicazione del Decreto Ministeriale n. 621 del 22 Aprile 2024, che regola l’avvio dei percorsi universitari e accademici per la formazione iniziale e l’abilitazione dei docenti di posto comune, compresi gli insegnanti tecnico-pratici, per le scuole secondarie di primo e secondo grado per l’anno accademico 2023/2024, permette di soffermarci su alcuni punti estremamente rilevanti e di chiarire alcuni dubbi.

La pubblicazione del decreto del 22 Dicembre 2023, avvenuta il 10 febbraio 2024, avente per oggetto “la revisione e l’aggiornamento della tipologia delle classi di concorso per l’accesso ai ruoli del personale docente della scuola secondaria di primo e di secondo grado”, ha fatto emergere delle perplessità e sono quindi necessarie alcune delucidazioni al riguardo.

In particolar modo l’art 4 del decreto del 22 Dicembre 2023 prevede che i docenti che hanno conseguito l’abilitazione all’insegnamento in una delle classi di concorso confluite nelle nuove classi A-01, A-12, A-22, A-30, A-48, A-70 e A-71 sono considerati abilitati per tutti gli insegnamenti compresi nell’aggregazione e per la nuova classe di concorso.

In pratica, ciò significa che se un docente era abilitato per una classe di concorso che è stata accorpata ad altre per formare una nuova classe di concorso, la sua abilitazione è valida anche per la nuova classe di concorso e per tutti gli insegnamenti compresi in essa.

Questo vale per le seguenti nuove classi di concorso:

  • A-01 Disegno e storia dell’arte nell’istruzione secondaria di I e II grado (accorpa ex A-01 e ex A-17)

  • A-12 Discipline letterarie nell’istruzione secondaria di I e II grado (accorpa ex A-12 e ex A-22)

  • A-22 Lingue e culture straniere nell’istruzione secondaria di I e II grado (accorpa ex A-24 e ex A-25)

  • A-30 Musica nell’istruzione secondaria di I e II grado (accorpa ex A-29 e ex A-30)

  • A-48 Scienze motorie e sportive nell’istruzione secondaria di I e II grado (accorpa ex A-48 e ex A-49)

  • A-70 Italiano negli istituti di istruzione secondaria di I e II grado con lingua di insegnamento slovena o bilingui del Friuli V.G. (accorpa ex A-70 e ex A-72)

  • A-71 Discipline letterarie negli istituti di istruzione secondaria di I e II grado con lingua di insegnamento slovena o bilingui del Friuli V.G. (accorpa ex A-71 e ex A-3)

 

ULTERIORI APPROFONDIMENTI SUI PERCORSI ABILITANTI 30, 36 e 60 CFU

L’offerta formativa dei percorsi universitari e accademici di formazione iniziale e di abilitazione dei docenti erogata dalle università e dalle istituzioni AFAM è articolata come segue:

a) percorso universitario o accademico abilitante di formazione iniziale di 60 CFU/CFA ai sensi dell’art.

2-bis del decreto legislativo n. 59 del 2017 e all’art. 7, comma 2 del DPCM 4 agosto 2023;

b) percorso universitario o accademico abilitante di formazione iniziale di 30 CFU/CFA ai sensi dell’art. 2-ter, comma 4-bis e dell’art. 13, comma 2, del decreto legislativo n. 59 del 2017 e dell’art. 7, comma 6, del DPCM 4 agosto 2023;

c) percorso universitario o accademico di formazione iniziale di 30 CFU/CFA ai sensi dell’art. 18-bis, comma 3, primo periodo del decreto legislativo n. 59 del 2017 e dell’art. 14, comma 2, del DPCM 4 agosto 2023;

d) percorso universitario o accademico abilitante di formazione iniziale di 30 CFU/CFA ai sensi dell’art. 18-bis, comma 3, secondo periodo del decreto legislativo n. 59 del 2017 e dell’art. 14, comma 3, del DPCM 4 agosto 2023;

e) percorso universitario o accademico abilitante di formazione iniziale di 36 CFU/CFA ai sensi dell’art. 18-bis, comma 4, del decreto legislativo n. 59 del 2017 e dell’art. 14, comma 4, del DPCM 4 agosto 2023.

Modalità di ammissione

1. Ciascun candidato può presentare domanda di partecipazione per percorsi relativi alla medesima classe di concorso in una sola istituzione.

2. Qualora le domande di ammissione dei candidati ai percorsi di cui al comma 1, lett. a) dell’articolo precedente eccedano i posti autorizzati, i criteri per l’accesso ai suddetti percorsi sono individuati all’allegato B, che costituisce parte integrante e sostanziale del presente decreto. Per l’accesso a tali percorsi si applica quanto previsto dall’art. 2, comma 1, ultimo periodo, del decreto ministeriale del 22 aprile 2024, n. 620 e qualora le domande di ammissione dei candidati beneficiari della riserva eccedano i posti riservati, i criteri per l’accesso sono quelli indicati nell’allegato A del predetto decreto ministeriale

3. Qualora le domande di ammissione dei candidati ai percorsi di cui al comma 1, lett. b) dell’articolo precedente eccedano i posti autorizzati e riservati, i criteri per l’accesso sono quelli indicati nell’allegato A al decreto ministeriale del 22 aprile 2024, n. 620.

4. Qualora le domande di ammissione dei candidati ai percorsi di cui al comma 1, lett. c) dell’articolo precedente eccedano i posti autorizzati, i criteri per l’accesso ai percorsi sono individuati all’allegato B, che costituisce parte integrante e sostanziale del presente decreto.

5. In tutti i casi previsti dai commi precedenti i candidati sono ammessi ai corsi secondo l’ordine della graduatoria di merito.

FONTE: SCUOLAOGGI