L’esame di Maturità 2024 è al rush finale visto che ai maturandi manca solo il colloquio: quanti punti ti danno se ti presenti agli orali

La prima e la seconda prova della Maturità 2024 sono terminate. Adesso i maturandi devono superare l’ultimo step, il colloquio. Per molti si tratta dell’esame più temuto, trovandosi faccia a faccia con la commissione. Per la valutazione dell’orale, il ministero dell’Istruzione e del Merito mette a disposizione una griglia di punteggio che deve essere seguita dalla commissione. Ecco quanti punti ti danno se ti presenti agli orali.

Come funziona la valutazione dell’orale della Maturità 2024

Dopo aver affrontato gli scritti, ovvero la prima e la seconda prova, gli studenti della Maturità devono superare il colloquio per concludere l’esame e ambire al diplomaIl punteggio dell’orale dipende da una griglia messa a disposizione dal ministero dell’Istruzione e del Merito, che la commissione deve seguire per la valutazione della prova di ciascun candidato.

Questa griglia è costituita da 5 indicatori, ognuno dei quali suddivisi in 5 livelli che valgono dagli 0.50 ai 5 punti. Chi prende la valutazione massima in ciascuno dei 5 indicatori ottiene 20 punti, che rappresenta il punteggio massimo ottenibile all’orale (così come in ciascuna delle prove scritte).

La griglia del ministero per la valutazione dell’orale di Maturità

Ecco di seguito gli indicatori presenti nella griglia del ministero per la valutazione della prova orale della Maturità 2024 ed i relativi livelli con i punti minimi e massimi raggiungibili.

Acquisizione dei contenuti e dei metodi delle diverse discipline del curricolo, con particolare riferimento a quelle d’indirizzo (dagli 0.50 ai 5 punti)

  1. Non ha acquisito i contenuti e i metodi delle diverse discipline, o li ha acquisiti in modo estremamente frammentario e lacunoso (0.50-1);
  2. Ha acquisito i contenuti e i metodi delle diverse discipline in modo parziale e incompleto, utilizzandoli in modo non sempre appropriato (1.50-2.50);
  3. Ha acquisito i contenuti e utilizza i metodi delle diverse discipline in modo corretto e appropriato (3-3.50);
  4. Ha acquisito i contenuti delle diverse discipline in maniera completa e utilizza in modo consapevole i loro metodi (4-4.50);
  5. Ha acquisito i contenuti delle diverse discipline in maniera completa e approfondita e utilizza con piena padronanza i loro metodi (5).

Capacità di utilizzare le conoscenze acquisite e di collegarle tra loro (da 0.50 a 5 punti)

  1. Non è in grado di utilizzare e collegare le conoscenze acquisite o lo fa in modo del tutto inadeguato (0.50-1);
  2. È in grado di utilizzare e collegare le conoscenze acquisite con difficoltà e in modo stentato (1.50-2.50);
  3. È in grado di utilizzare correttamente le conoscenze acquisite, istituendo adeguati collegamenti tra le discipline (3-3.50);
  4. È in grado di utilizzare le conoscenze acquisite collegandole in una trattazione pluridisciplinare articolata (4-4.50);
  5. È in grado di utilizzare le conoscenze acquisite collegandole in una trattazione pluridisciplinare ampia e approfondita (5).

Capacità di argomentare in maniera critica e personale, rielaborando i contenuti acquisiti (da 0.50 a 5 punti)

  1. Non è in grado di argomentare in maniera critica e personale, o argomenta in modo superficiale e disorganico (0.50-1);
  2. È in grado di formulare argomentazioni critiche e personali solo a tratti e solo in relazione a specifici argomenti (1.50-2.50);
  3. È in grado di formulare semplici argomentazioni critiche e personali, con una corretta rielaborazione dei contenuti acquisiti (3-3.50);
  4. È in grado di formulare articolate argomentazioni critiche e personali, rielaborando efficacemente i contenuti acquisiti (4-4.50);
  5. È in grado di formulare ampie e articolate argomentazioni critiche e personali, rielaborando con originalità i contenuti acquisiti (5).

Ricchezza e padronanza lessicale e semantica, con specifico riferimento al linguaggio tecnico e/o di settore, anche in lingua straniera (da 0.50 a 2.50 punti)

  1. Si esprime in modo scorretto o stentato, utilizzando un lessico inadeguato (0.50);
  2. Si esprime in modo non sempre corretto, utilizzando un lessico, anche di settore, parzialmente adeguato (1);
  3. Si esprime in modo corretto utilizzando un lessico adeguato, anche in riferimento al linguaggio tecnico e/o di settore (1.50);
  4. Si esprime in modo preciso e accurato utilizzando un lessico, anche tecnico e settoriale, vario e articolato (2);
  5. Si esprime con ricchezza e piena padronanza lessicale e semantica, anche in riferimento al linguaggio tecnico e/o di settore (2.50).

Capacità di analisi e comprensione della realtà in chiave di cittadinanza attiva a partire dalla riflessione sulle esperienze personali (da 0.50 a 2.50 punti)

  1. Non è in grado di analizzare e comprendere la realtà a partire dalla riflessione sulle proprie esperienze, o lo fa in modo inadeguato (0.50);
  2. È in grado di analizzare e comprendere la realtà a partire dalla riflessione sulle proprie esperienze con difficoltà e solo se guidato (1);
  3. È in grado di compiere un’analisi adeguata della realtà sulla base di una corretta riflessione sulle proprie esperienze personali (1.50);
  4. È in grado di compiere un’analisi precisa della realtà sulla base di una attenta riflessione sulle proprie esperienze personali (2);
  5. È in grado di compiere un’analisi approfondita della realtà sulla base di una riflessione critica e consapevole sulle proprie esperienze personali (2.50).

Fonte: Virgilio.it