Il gemello 3d del David di Michelangelo lascia Firenze. Destinazione Dubai

È stato realizzato grazie a una sofisticata digitalizzazione e poi alla stampa 3D in 14 pezzi. Ha le stesse identiche dimensioni dell’originale ed è fatto con resina acrilica ricoperta di polvere di marmo.

La statua gemella del David di Michelangelo ha lasciato Firenze pronta per partire per Dubai dove rappresenterà l’Italia al prossimo Expo Mondiale del 2021. Si tratta di una riproduzione esatta del capolavoro custodito dalla Galleria dell’Accademia di Firenze, realizzata grazie a una sofisticata digitalizzazione e poi alla stampa in 3D in 14 pezzi: un lungo processo iniziato a dicembre e finito il 14 aprile.  Creato e custodito segretamente nel trecentesco Palazzo degli Alessandri, in pieno centro storico, il gemello del David, ha le stesse identiche dimensioni dell’originale, pesa però 400 chili più 150 chili di basamento, è fatto con resina acrilica ricoperta di polvere di marmo. E’ stato caricato, con l’aiuto di una gru, su un camion per poi essere portato in un deposito dove sarà custodito fino al volo da Milano a Dubai. Un secondo camion ha trasportato il basamento. Per il direttore della Galleria dell’Accademia, Cecilie Hollberg “è una bellissima opportunità per rappresentare la bellezza del patrimonio culturale dell’Italia, sono felice che abbiano scelto il David di Michelangelo della Galleria dell’Accademia di Firenze che è l’opera d’arte per eccellenza. Sono felice che questo messaggero parta per Dubai, ma l’originale resta qui, insostituibile, ad emanare bellezza”.

Il progetto di digitalizzazione e realizzazione del David è stato coordinato da Grazia Tucci, docente del dipartimento di ingegneria civile dell’Università di Firenze, in collaborazione con i tecnici di Hexagon Italia e con il restauratore Nicola Salvioli. Per due mesi, Salvioli, esperto nel campo del  restauro italiano su grandi sculture, ha lavorato con il suo team per rivestire questo l’opera 3D con un impasto di resine e polvere di marmo di Carrara, donandogli una ”pelle” utile a ricreare la magia del coinvolgimento emotivo del David. A Dubai il David digitale arriverà la settimana prossima in aereo e sarà presentato ufficialmente il 26 aprile: è stato già definito una delle principali ragioni per visitare l’Expo che si apre il primo ottobre. Il simbolo di Firenze Il David rappresenta l’eroe biblico nell’atto di affrontare Golia. E’ una scultura in marmo realizzata da Michelangelo fra il 1501 e il 1504 ed è conservata presso la Galleria dell’Accademia a Firenze. Michelangelo utilizzò un blocco di marmo che giaceva abbandonato nei laboratori del Duomo di Firenze da oltre 40 anni e la lavorazione fu tenuta segreta. Una riproduzione è in piazza della Signoria e una copia in bronzo al Piazzale Michelangelo. La scultura, con la base scolpita, è alta 517 centimetri e pesa 5560 chili. In origine alcune parti erano dorate: una ghirlanda sul capo, il tronco (o broncone) dietro la gamba destra e la fionda.

FONTE:RAINEWS